BIOFEEDBACK ELETTROMIOGRAFICO

BIOFEEDBACK ELETTROMIOGRAFICO

Disponiamo delle migliori tecnologie per la prevenzione e la cura personalizzata del paziente, dalla causa al sintomo.

BIOFEEDBACK ELETTROMIOGRAFICO A CENTOCELLE

Presso il Centro FisioMedica IGEA è possibile effettuare terapie fisiche con Biofeedback Elettromiografico (biofeedback elettromiografico a Centocelle) di ultima generazione. Il Biofeedback Elettromiografico o BFB-EMG è uno strumento elettronico che si occupa di misurare l’attività dei vari gruppi muscolari, allo scopo di fornire al paziente informazioni continue, in tempo reale, sullo stato di tensione muscolare, generalmente con un triplice obiettivo:

  • favorirne la distensione ed il rilassamento;

  • aiutare il paziente a reclutare in modo selettivo solo il muscolo preso in esame;

  • facilitare il recupero neuromotorio in caso di paresi del sistema nervoso periferico.

Col biofeedback elettromiografico a Centocelle il parametro monitorato (tono muscolare) non appartiene all’insieme delle attività mediate dal sistema nervoso autonomo, ma ricade più sotto il controllo diretto della volontà, quindi il paziente può essere portato ad “apprendere” e ad acquisire una maggior capacità di gestione dell’attività muscolare.

Dal punto di vista fisiologico, il biofeedback elettromiografico a Centocelle misura il livello di scarica delle fibre nervose motorie che innervano il muscolo, ossia le minuscole correnti generate dalle fibre nervose motorie che comandano il muscolo. Un muscolo è composto da una moltitudine di cellule motorie, attivate da segnali elettrici che partono dal sistema nervoso e giungono alle placche motorie. Durante tutte le sedute di allenamento i pazienti sono seguiti scrupolosamente da un terapista altamente qualificato all’utilizzo di questa tecnica, i cui suggerimenti si sommano ai segnali dell’apparecchio stesso. In tale modo il paziente viene stimolato sotto diversi aspetti e diviene consapevole del proprio lavoro.

Per quanto riguarda gli impieghi clinici, in generale, si può dire che il biofeedback elettromiografico a Centocelle sia attualmente la tecnica più impiegata nel campo del training del rilassamento, ma esso risulta particolarmente utile anche per ottenere il rilassamento dei gruppi muscolari specifici quali, per esempio, il muscolo massetere nel bruxismo e il frontale associato ai muscoli del collo e delle spalle nelle cefalee muscolo-tensive.

Il biofeedback elettromiografico a Centocelle è utilizzato per prevenire o trattare alcune condizioni, incluse:

  • emicrania;

  • dolori cronici;

  • pressione alta;

  • deficit di attenzione e disordine da iperattività;

  • patologie polmonari croniche ostruttive;

  • malattia di Raynaud;

  • asma;

  • epilessia;

  • artrite reumatoide.

I benefici del biofeedback elettromiografico a Centocelle si concretizzano nella riduzione di:

  • dolore cronico: aiuta il soggetto ad identificare i muscoli contratti e a rilassarli, quindi aiutare a controllare il dolore alla schiena, all’addome, alle articolazioni e quello temporo-mandibolare;

  • mal di testa: tensione muscolare e stress possono indurre l’emicrania e altri tipi di mal di testa o possono peggiorare i sintomi. Grazie al Biofeedback Elettromiografico il soggetto impara a rilassare i muscoli, riducendo in questo modo lo stress, la frequenza e l’intensità del mal di testa;

  • ansia: grazie al biofeedback elettromiografico a Centocelle si possono controllare le risposte agli stimoli ansiogeni;

  • pressione alta: dopo alcune sedute è possibile osservare un abbassamento della pressione sanguigna;

I punti di forza del Biofeedback Elettromiografico:

  • Il ruolo attivo della persona sia nel trattamento che nella definizione degli obiettivi;

  • La capacità di agire selettivamente e in modo circoscritto su un particolare aspetto del funzionamento fisiologico, come la tensione muscolare del caso descritto sopra;

  • Il feedback uditivo e acustico permette di ottenere un riscontro circa il processo di autoregolazione in corso;

  • La capacità di fornire un riscontro oggettivo del processo di autoregolazione in corso;

  • La possibilità di monitorare qualitativamente e quantitativamente le risposte legate all’attivazione del sistema nervoso autonomo.

Prenota online

Gli specialisti del centro FisioMedicaIGEA ti aiuteranno a soddisfare le tue esigenze.

PRENOTA ONLINE