HPV-mRNA

HPV-mRNA

Utilizziamo solo apparecchiature tecnologicamente innovative e di ultima generazione.

HPV-mRNA A CENTOCELLE

L’HPV-mRNA a Centocelle è un nuovo strumento di screening contro il tumore della cervice uterina. Quasi tutti gli uomini e le donne sessualmente attivi contraggono, nell’arco della loro vita, un’infezione da HPV (Human Papilloma Virus). Tra loro, per fortuna, solo una piccola parte svilupperà un cancro. Infatti, nel 90% dei casi, l’infezione è transitoria, ovvero regredisce spontaneamente nell’arco di 2 anni senza conseguenze. I ceppi del virus HPV sono circa 150 e, di questi, 40 provocano lesioni benigne come condilomi e verruche (se appartenenti a sierotipi a basso rischio LR-HPV), oppure lesioni maligne displastiche (se appartenenti a sierotipi ad alto rischio HR-HPV). Se l’infezione si prolunga nel tempo allora possono insorgere malattie della cute e delle mucose. Un esempio è la lesione della mucosa a livello del collo dell’utero. La maggior parte di queste lesioni cervicali guarisce spontaneamente, ma alcune, se non trattate, progrediscono lentamente verso forme tumorali.

I ceppi ad alto rischio sono esattamente 14 (HPV16, HPV18, HPV31, HPV33, HPV35, HPV39, HPV45, HPV51, HPV52, HPV56, HPV58, HPV59, HPV66, HPV68); tra questi alcuni hanno la tendenza ad evolvere in forme tumorali maggiormente rispetto ad altri, infatti si stima che l’HPV16, l’HPV18, l’HPV31, l’HPV33 e l’HPV45 sono responsabili del 70% di casi di cancro cervicale.

Il test HPV-mRNA a Centocelle consente di identificare le infezioni persistenti da HPV. L’identificazione delle infezioni persistenti è un obiettivo primario poiché le infezioni che non regrediscono hanno maggiori probabilità di portare a cambiamenti cellulari, lesioni tumorali e/o carcinoma invasivo. Si è reso pertanto necessario un test affidabile che distingua tra le infezioni transitorie e quelle persistenti. L’assenza di mRNA di HPV riduce l’ansietà delle Pazienti ed evita di sottoporle ad inutili trattamenti anche se positive al test per il DNA di HPV. In caso contrario, il test identifica quelle pazienti in cui la presenza di HPV e l’espressione di mRNA delle proteine virali E6 ed E7 sono destinati con maggiore probabilità ad evolvere verso una lesione di alto grado e/o neoplastica.

Differenza con altri screening:

Il Test dell’HPV-DNA è in grado di rilevare la presenza del virus, ma non la sua attività oncogenica e non è indicativo della possibile evoluzione delle lesioni pre-cancerose verso la forma tumorale.

Il test HPV-mRNA a Centocelle fornisce un’informazione di maggior rilevanza clinica, in quanto è in grado di identificare se il genoma virale è integrato o meno a livello cellulare, inoltre l’aumentata espressione può essere prodromica allo sviluppo di una lesione di alto grado e/o neoplastica. Il test diagnostico dell’HPV-mRNA a Centocelle ha quindi la medesima sensibilità clinica dei test a DNA, ma una superiore specificità, con un elevato valore predittivo e un numero di falsi positivi inferiore; è particolarmente indicato nei protocolli di screening.

Rispetto al DNA infatti l’ HPV-mRNA dei ceppi ad alto rischio consente di ottenere performance diagnostiche superiori.

  • Individua forme persistenti di infezione escludendo casi che trovano spontanea risoluzione;

  • Minimizza i falsi positivi indirizzando alla colposcopia i casi che realmente ne necessitano;

  • Individua attività virale dei geni oncogeni E6-E7;

  • Non ha cross-reattività con ceppi a basso rischio;

  • Non presenta falsi negativi in caso di delezione (aberrazione cromosomica) regione L1;

  • Ha sensibilità maggiore rispetto ai test a DNA per lesioni tumorali.

Il test è consigliato:

  • in soggetti risultati positivi al test dell’HPV-DNA ai genotipi alto rischio;

  • in caso di risultati citologici dubbi;

  • in soggetti già trattati per un corretto follow-up post operatorio.

Prenota online

Gli specialisti del centro FisioMedicaIGEA ti aiuteranno a soddisfare le tue esigenze.

PRENOTA ONLINE