ECOGRAFIA DEL TERZO TRIMESTRE

ECOGRAFIA DEL TERZO TRIMESTRE

Nuove strumentazioni all’avanguardia per effettuare Ecografie Superficiali e Profonde

ECOGRAFIA DEL TERZO TRIMESTRE A CENTOCELLE

L’ecografia del terzo trimestre (ecografia del terzo trimestre a Centocelle) di gravidanza può essere effettuata tra la trentesima e la trentaduesima settimana di età gestazionale. E’ un esame indolore, non invasivo ed innocuo sia per le mamme che per i nascituri. L’ecografia del terzo trimestre (ecografia del terzo trimestre a Centocelle) di gravidanza si effettua per conoscere le misurazioni di alcune parti del feto, i valori di tali misure vengono confrontati con quelli delle curve di riferimento per valutare se corrispondono a quelle attese per l’epoca di gravidanza. In questo stesso periodo si visualizzano la sede di inserzione placentare, la quantità di liquido amniotico, alcuni organi fetali e l’attività cardiaca.

L’andamento della crescita fetale viene valutato attraverso la misurazione di:

  • Diametro biparietale (BPD);

  • Circonferenza cranica (CC);

  • Lunghezza di un femore.

I valori biometrici ottenuti vengono quindi confrontati con dei valori di riferimento in base all’età gestazionale. Nel caso in cui si registrino patologie della crescita, possono essere programmati controlli ecografici aggiuntivi, per monitorare l’andamento della gravidanza fino al termine ostetrico. L’esame è di norma eseguito per via transaddominale, ma si può ricorrere alla sonda vaginale per meglio apprezzare il rapporto tra l’orifizio uterino interno e la placenta nel caso in cui, per esempio, si voglia escludere il sospetto di placenta previa. La placenta previa è considerata una delle emergenze ostetriche del terzo trimestre di gravidanza, soprattutto durante il parto. Anatomicamente la placenta si viene a trovare davanti alla parte di presentazione fetale (testa, spalle, podice). Può essere causa di emorragie gravi. Nel caso in cui si registrino patologie della crescita, possono essere programmati controlli ecografici aggiuntivi, per monitorare l’andamento della gravidanza fino al termine ostetrico.

Come si svolge l’ecografia del terzo trimestre a Centocelle?

Il medico, dopo aver applicato una piccola quantità di gel, effettua l’esame appoggiando una sonda sull’addome. A volte è necessario applicare una certa pressione per ottenere delle immagini nitide. Non sempre l’ecografia del terzo trimestre può essere effettuata in modo completo al primo tentativo. È possibile che una posizione fetale sfavorevole o la condizione di alcuni organi non consentano il completamento dell’indagine al primo tentativo: questo potrebbe richiedere un ulteriore tentativo nel corso della stessa seduta o anche nel/i giorno/i successivo/i.

Quanto dura l’ecografia del terzo trimestre a Centocelle?

L’ecografia ostetrica non ha una durata standard: l’esame può essere più o meno lungo, a seconda del caso studiato e della persona che vi si sottopone.

Norme di preparazione all’esame:

Per l’esecuzione dell’ecografia ostetrica non è necessario essere a digiuno. Nei due giorni che precedono l’esecuzione dell’esame, bisogna evitare l’applicazione di creme e pomate sulla pancia, perché queste ultime potrebbero influire negativamente sul cristallo della sonda ecografica e falsarne la lettura.

Controindicazioni all’esame:

L’ecografia del primo trimestre non presenta alcun pericolo per il feto e per la madre.

Ecografia:

un esame affidabile, indolore, immediato, veloce e assolutamente sicuro, praticamente privo di controindicazioni.

PRENOTA ONLINE