ESAME BAROPODOMETRICO

DiFisioMedica IGEA

ESAME BAROPODOMETRICO

ESAME BAROPODOMETRICO A CENTOCELLE – PRENESTINO – ROMA

L’esame baropodometrico a Roma è utile per studiare le pressioni che esercita il piede durante la camminata. Si tratta di un esame piuttosto semplice e per nulla invasivo, che viene svolto in assenza di radiazioni o campi magnetici. In questo modo è possibile studiare la posizione che il piede assume quando viene appoggiato sul terreno, in totale sicurezza. Il test fornisce informazioni sulle pressioni che vengono scambiate tra la superficie di appoggio del piede ed il terreno e valuta in modo approfondito la modalità di esecuzione del passo ed eventuali alterazioni della deambulazione. Per eseguire l’esame baropodometrico a Roma è sufficiente camminare su una particolare pedana, dotata di sensori che rilevano la posizione del piede e analizza i diversi punti di carico. Si suddivide in esame in statica ed in dinamica.

Analisi statica: Valuta l’appoggio del piede identificando le aree di maggiore e minore carico. Nella stessa seduta in pochi minuti, si registrano anche:

  1. La percentuale di carico sui due piedi;
  2. Carico anteriore e posteriore;
  3. Analisi stabilometrica e dei baricentri corporei;
  4. Superficie di appoggio delle piante dei piedi;
  5. Svolgimento del passo (elica podalica).

Analisi dinamica: Viene effettuata chiedendo al Paziente di camminare sulla pedana. Questa analisi verifica lo spostamento del peso, l’appoggio, i tempi di carico, durante la camminata. Il suddetto esame evidenzia la percentuale di appoggio sull’avampiede rispetto al retropiede, ed il dispiegarsi della deambulazione, registrando anche delle instabilità dell’articolazione tibio-tarsica peroneo astragalica.

L’esito dell’esame è in grado di fornirci, oltre alla mappa dei carichi, anche informazioni sulla pronazione e supinazione dell’articolazione tibio-tarsica e dell’avampiede. L’esame permette una valutazione anatomica e funzionale del piede, fornendo inoltre una registrazione grafica della pressione esercitata sul terreno, sia quando il paziente si trova in posizione completamente eretta, sia quando cammina. Lo studio della distribuzione di queste pressioni consente di valutare la biomeccanica posturale e locomotoria unitamente alle sue variazioni patologiche. L’esame pertanto è utile nel descrivere la morfologia, la funzione e disfunzione statica e dinamica del piede. L’esaminatore ne riceve anche un’impressione di eventuali patologie proprie del piede così come di altri segmenti corporei interconnessi anatomicamente e funzionalmente con esso.

Esame baropodometrico: cosa c’è da sapere?

In genere l’esame baropodometrico a Roma si esegue su Pazienti che presentano particolari patologie al piede. I risultati sono utili per individuare le misure per creare un plantare ortopedico su misura, in grado di migliorare la qualità della vita del Paziente. Inoltre, a distanza di un anno dalla prima visita, dopo aver utilizzato il plantare per un lungo periodo, è possibile ripetere l’esame per individuare i miglioramenti e correggere la diagnosi fatta in precedenza. Per questo l’esame baropodometrico è utile non solo per stabilire una terapia ma anche per indagare i risultati e valutare le condizioni di salute del Paziente.

Info sull'autore

FisioMedica IGEA administrator