TECARTERAPIA CAVIGLIA

Tecarterapia Caviglia a Centocelle, Prenestino, Roma. Centro FisioMedica IGEA.

TECARTERAPIA CAVIGLIA A CENTOCELLE – PRENESTINO – ROMA

Tecarterapia Caviglia a Centocelle, Prenestino, Roma. Centro FisioMedica IGEA.La tecarterapia caviglia (a Centocelle, Prenestino, Roma) è molto utile in caso di infiammazione tendinea, traumi distorsivi o nella riabilitazione post operatoria. La tecarterapia è un metodo di cura non invasivo che si basa sull’utilizzo di radiofrequenze in grado di stimolare risposte biologiche nei tessuti, sia superficiali che profondi. Questa terapia ha una diffusione abbastanza recente, anche se gli studi sul principio di funzionamento risalgono alla fine dell’Ottocento. All’inizio la tecarterapia veniva destinata esclusivamente agli sportivi, nel percorso di recupero da un infortunio. Poi però si sono scoperti molti atri utilizzi e oggi ne possono beneficiare tutti, anche le persone anziane con problemi di artrosi. La tecarterapia viene eseguita tramite un apparecchio elettromedicale. Il suo grande vantaggio è quello di permettere la regolazione dell’intensità delle frequenze, in modo da controllare la profondità di azione e agire direttamente e precisamente sulla parte di tessuti lesionati o infiammati. Queste onde radio, portate a contatto con i tessuti, generano calore in profondità e stimolano così la guarigione dei tessuti stessi, grazie all’aumento della microcircolazione e alla vasodilatazione. Per questa sua funzione la tecnologia è particolarmente indicata in caso di traumi, edemi, ematomi e altre patologie infiammatorie di natura muscolo-scheletrica.

La caviglia va spesso incontro a traumi di natura distorsiva, fratture e infiammazioni da sovraccarico. Le distorsioni di caviglia in inversione provocano una lesione di vario grado del legamento astragalo-peroneale anteriore e la tecarterapia caviglia risulta molto utile per accellerare i processi di guarigione e cicatrizzazione di tale problematica. Le distorsioni della caviglia in eversione provocano una frattura malleolare e la tecarterapia aiuta nel drenaggio dei liquidi, nel ridurre dolore e infiammazione. Le infiammazioni da sovraccarico sono causate da movimenti ripetitivi laddove vi sia un appoggio podalico errato (piede cavo, piede piatto) o un disturbo posturale dell’arto inferiore. La tecarterapia in questo caso aiuta a ridurre l’infiammazione e a recuperare prima.

Anatomia della caviglia

La caviglia è quel complesso articolare del corpo umano composta dalle estremità distali della tibia, del perone e della parte superiore dell’astragalo. Tibia e perone (o fibula) sono le ossa che costituiscono il terzo distale della parte inferiore della gamba mentre l’astragalo appartiene alle ossa del tarso del piede. L’articolazione della caviglia viene definita articolazione talo-crurale o tibio-tarsica. Grazie a questa articolazione il piede è in grado di effettuare i movimenti di flessione plantare, estensione dorsale, eversione e inversione. L’articolazione tibio-tarsica permette all’essere umano di eseguire l’atto della deambulazione e di far camminare le persone in modo corretto e funzionale. Una sua alterata funzione biomeccanica può portare a un difetto nel cammino con conseguente ripercussione ai distretti corporei superiori e alterare la postura del soggetto in statica eretta in appoggio bipodalico o in appoggio monopodalico.

La caviglia è una articolazione resa stabile dalla presenza di un complesso capsulo-legamentoso composto da fibre di tessuto connettivo fibroso. Queste fibre mantengono unito il complesso articolare formato dalla tibia e dal perone, dall’astragalo, dal calcagno e dallo scafoide del tarso (osso navicolare) e tengono unite le ossa del tarso del piede alla gamba. La loro funzione è quella di garantire la stabilità meccanica articolare durante il movimento. Essendo però ricchi di propriocettori hanno anche un importante ruolo propriocettivo, ovvero di assicurare la percezione della posizione, dei cambi di direzione della caviglia e della corretta postura corporea in rapporto all’ambiente circostante. Per questo motivo, una lesione dei legamenti della caviglia può portare a un importante disequilibrio posturale che si potrebbe ripercuotere sulla qualità della vita normale di una persona o sulla performance sportiva di un atleta.

Tecarterapia Caviglia a Centocelle, Prenestino, Roma. Centro FisioMedica IGEA.

In quali patologie della caviglia è indicata la tecarterapia (a Centocelle, Prenestino, Roma)?

La tecarterapia alla caviglia (a Centocelle, Prenestino, Roma) è indicata nei seguenti casi:

  • distorsione di caviglia;
  • tendinite dei peronieri;
  • tendinopatia achillea;
  • tendinite tibiale anteriore/posteriore;
  • frattura malleolare;
  • frattura astragalo;
  • contusioni.

Come detto precedentemente il trattamento sarà personalizzato in base allo stato infiammatorio e alla sede di lesione.

A chi affidarsi per delle sedute di tecarterapia alla caviglia (a Centocelle, Prenestino, Roma)?

Il trattamento di tecarterapia caviglia (a Centocelle, Prenestino, Roma) è un trattamento che richiede una certa esperienza e conoscenza anatomica delle strutture da trattare. E’ sempre bene affidarsi a Centri Specializzati poichè tali centri garantiscono una qualità del trattamento tecar sopra gli altri grazie alla formazione degli Specialisti e ai macchinari di ultima generazione che hanno frequenze di lavoro brevettate che garantiscono risultati sicuri, veloci, affidabili, garantiti e definitivi.

Chi può prescrivere la tecarterapia e quando è meglio iniziare il trattamento?

La tecarterapia è una terapia strumentale che viene prescritta da ortopedici e fisiatri per Pazienti che riscontrano le condizioni muscoloscheletriche prima citate e può essere applicata sia durante la loro fase acuta che nella fase cronica; quindi, non c’è nessuna controindicazione di tempo nell’applicazione della tecarterapia.

Quante sedute di tecarterapia sono necessarie?

Il minimo di sedute per consentire alla tecarterapia di avere effetto è di almeno 5 sedute, e un ulteriore miglioramento della sintomatologia avviene fino a 10 sedute.

Ci sono effetti collaterali legati alla tecarterapia?

Le controindicazioni alla tecarterapia sono:

  • Portatori di pacemaker;
  • Gravidanza;
  • Patologie oncologiche;
  • Età pediatrica;
  • Mezzi di sintesi;
  • Epilessia;
  • Patologie dermatologiche;
  • Patologie sistemiche.

La tecarterapia è sufficiente per ridurre il dolore e l’infiammazione o è comunque necessario ricorrere ad altre terapie?

Per consentire alla tecarterapia una maggior efficacia, possiamo inserirla in un programma terapeutico insieme ad ulteriori procedure, come la fisiokinesiterapia, che di norma comporta tecniche manuali o esercizio terapeutico.

FisioMedica IGEA: il tuo Centro Medico di Fiducia

Hai una domanda? Chiamaci ora!

Per maggiori informazioni potete contattarci al numero 06.45.777.400 o recarvi di persona presso il nostro Centro Medico, sito a Roma in Via Giacomo Bresadola 45 zona Centocelle, facilmente raggiungibile mediante Metro C o limitrofi di Roma Est, Prenestina, Casilina, Collatina, Allessandrino e Quarticciolo.

Fisioterapia e Riabilitazione

Un’ampia offerta di servizi terapeutici e riabilitativi, 480 mq di struttura accogliente, per un progetto innovativo di recupero e rimessa in Salute. Una Equipe di Professionisti sempre aggiornati per progetti fisioterapici e riabilitativi individuali e pluridisciplinari.

Il testo presente in queste pagine è solo a scopo informativo. Non sostituisce in alcun caso il consiglio medico professionale, in quanto potrebbe non rappresentare la situazione di chi consulta queste pagine web. Non utilizzare queste informazioni per diagnosticare o trattare un problema di salute senza consultare un medico.