VISITA CARDIOLOGICA: QUANDO FARLA?

VISITA CARDIOLOGICA A CENTOCELLE, PRENESTINO, ROMA

Visita Cardiologica a Centocelle, Prenestino, Roma. FisioMedica IGEA.

Visita Cardiologica a Centocelle, Prenestino, Roma.

Cos’è il cuore?

Il cuore è l’organo muscolare che pompa il sangue nell’organismo. È il centro del sistema circolatorio, che comprende anche una fitta rete di vasi sanguigni, quali: arterie, vene e capillari. Il cuore è situato al centro del torace, nella gabbia toracica, tra i polmoni destro e sinistro. Le sue dimensioni variano secondo l’età, il fisico e le condizioni del cuore. Il cuore normale e sano di un adulto ha in genere le dimensioni di un pugno. Un sistema elettrico controlla il cuore, impiegando appositi segnali per far contrarre le pareti del muscolo cardiaco. Quando le pareti si contraggono il sangue viene pompato nel sistema circolatorio. Le camere che costituiscono l’organo sono dotate di valvole di afflusso ed efflusso in modo da garantire che il sangue vada sempre nella giusta direzione. Il cuore è vitale per la salute e in pratica per tutto quello che accade nell’organismo.

Visita Cardiologica a Centocelle, Prenestino, Roma. FisioMedica IGEA.

Quando fare una visita cardiologica?

In relazione alle sintomatologie delle condizioni cliniche dell’individuo, il quando fare una visita cardiologica ottiene dagli esperti risposte alquanto varie. Il nostri cardiologi sottolineano che ci si riferisce a una visita cardiologica specialistica in quanto le condizioni di salute cardiovascolari del Paziente dovrebbero essere controllate periodicamente dal proprio medico di famiglia. Un Paziente, senza fattori di rischio che si sottopone con regolarità agli esami del sangue, che gode di ‘buona salute’ e svolge una vita sana e attiva, può fare una visita cardiologica a 35-40 anni se uomo e a 45-50 se donna.

Il cuore purtroppo, nelle fasi iniziali delle sue malattie può non dare alcun segnale. Nell’immaginario di tutti noi, quando pensiamo alla patologia cardiaca la nostra mente va all’infarto, ma, anche se la malattia ischemica del cuore ha la maggior incidenza tra le malattie di questo organo, non bisogna dimenticarsi di tante altre possibili: dalle aritmie alla patologia delle valvole cardiache, alle malattie del muscolo cardiaco e del pericardio.

Quali sono i fattori di rischio di malattie cardiovascolari?

Ci sono dei fattori di rischio che potrebbero far mutare la risposta sul quando è necessario sottoporsi a una visita cardiologica. Si tratta di sintomi che potrebbero essere dei segnali di una problematica cardiologica già in corso o sintomatologie che se non curate, possono ripercuotersi anche a livello cardiaco.
A seguire alcuni fattori di rischio con una percentuale di ‘urgenza’ che differisce in base al sesso del Paziente.

  • Ipercolesterolemia.
  • Pressione Arteriosa Sistolica/Diastolica.
  • Trigliceridemia.
  • Glicemia/Diabete.
  • Tabagismo di lunga data.

Esistono poi tutta una serie di fattori che occorre segnalare al proprio medico. Eccone alcuni che anche se transitori e lievi non devono restare ‘inascoltati’:

  • Palpitazioni e tachicardia.
  • Dolore toracico.
  • Dolore interscapolare.
  • Capogiri, svenimento.
  • Dispnea e senso di affaticamento.

Un discorso a parte riguarda le donne. Il quadro ormonale e l’assunzione di terapia estroprogestica (la pillola anticoncezionale e/o la terapia sostitutiva), induce i medici a consigliare una valutazione cardiologica, indipendentemente dall’età, all’inizio della menopausa e prima di intraprendere una terapia ormonale.

Come si svolge la visita cardiologica?

Visita cardiologica a Centocelle, Prenestino, Roma.La visita cardiologica inizia dall’anamnesi, una serie di domande grazie a cui il medico apprende elementi utili alla diagnosi. Il dottore s’informa sulla presenza di sintomi legati alle cardiopatie, sullo stile di vita condotto dal Paziente, sull’uso di farmaci e sulla storia familiare dei disturbi inerenti il cuore o i vasi sanguigni. È necessario essere sinceri a proposito delle proprie “cattive” abitudini ed essere pronti a modificare anche in modo sostanziale uno stile di vita poco amico del cuore. Per restare in salute, infatti, può essere necessario rinunciare ad alimenti che amiamo o, per ridurre i livelli di stress, rallentare i ritmi di una vita troppo frenetica. A questa prima indagine conoscitiva segue la visita cardiologica vera e propria, l’esame obbiettivo. Il cardiologo verificherà una serie di parametri utili alla diagnosi: pallore, umore, peso, segni di gonfiore presenti negli arti inferiori. Grazie allo sfigmomanometro misurerà la pressione del Paziente. Con lo stetofonendoscopio ausculterà i suoni polmonari e quelli cardiaci. A completamento della visita, può essere inoltre prevista l’esecuzione di un elettrocardiogramma (raccomandato), esame non invasivo che attraverso l’applicazione di elettrodi permette un primo studio dell’attività elettrica cardiaca, e la misurazione della pressione arteriosa. Alla luce di tali elementi, il cardiologo identifica un piano personalizzato e mirato di esami diagnostici di approfondimento, imposta un follow up strutturato di controlli e suggerisce una terapia adeguata.

Devi fare una visita cardiologica a Centocelle, Prenestino, Roma?

Per una buona riuscita del percorso medico è fondamentale rivolgersi sempre a strutture sanitarie professionali come il Poliambulatorio FisioMedica IGEA, specializzato in cardiologia e studio delle aritmie che si avvale solo di personale esperto e aggiornato sulle migliori procedure sanitarie.

Per maggiori informazioni sulla visita cardiologica o sui servizi offerti dal nostro Poliambulatorio potete contattarci al numero 06.45.777.400 o recarvi di persona presso il nostro Centro, sito a Roma in via Giacomo Bresadola 45 zona Centocelle facilmente raggiungibile mediante Metro C o limitrofi di Roma est, Prenestino, Collatina, Casilina, Alessandrino e Quarticciolo.

Prenota online

Gli specialisti del centro FisioMedicaIGEA ti aiuteranno a soddisfare le tue esigenze.