INFIAMMAZIONE DEL NERVO SCIATICO: CAUSE, SINTOMI E TRATTAMENTI

INFIAMMAZIONE DEL NERVO SCIATICO: CAUSE, SINTOMI E TRATTAMENTI

Infiammazione del nervo sciatico, Centro FisioMedica IGEA.

Infiammazione del nervo sciatico, Centro FisioMedica IGEA.

Cos’è l’infiammazione del nervo sciatico?

L’infiammazione del nervo sciatico è una condizione particolarmente invalidante che colpisce gran parte della popolazione principalmente di età compresa tra i 40 e i 60 anni.

Cause dell’infiammazione del nervo sciatico

La causa specifica della sciatica è la compressione del nervo sciatico a livello lombare. Tale compressione può essere dovuta a diversi processi, come:

Ernia del disco lombare. Questa è la causa più comune, presente in circa il 90% dei Pazienti: il fisiologico invecchiamento del soggetto, porta a disidratazione del disco lombare e alla conseguente lesione o rottura dell’anello con fuoriuscita del materiale del nucleo polposo dal disco che va a comprimere il nervo sciatico.

Spondilosi: una degenerazione della colonna vertebrale che causa una compressione del nervo interessato. Infatti, con l’avanzare dell’età, i dischi intervertebrali si disidratano e diminuiscono di spessore, trasferendo un carico crescente alle faccette articolari, con conseguente ipertrofia delle delle stesse, formazione di osteofiti e ispessimento del legamento giallo.

Spondilolistesi: cioè lo scivolamento di una vertebra rispetto a quella sottostante.

Neoplasie e infezioni riscontrate raramente per questa condizione.

Quali sono i fattori di rischio?

  • Rigidità e/o blocco di articolazioni in cui passa il nervo sciatico (es. articolazione sacro-iliaca).
  • Ernia del disco.
  • Stenosi vertebrale (restringimento patologico di una porzione del canale vertebrale) o foraminale lungo il tratto lombo-sacrale (restringimento dei piccoli canali attraverso cui scorrono le radici dei nervi spinali).
  • Discopatia degenerativa (alterazione del disco intervertebrale).
  • Spondilolistesi (scivolamento di una vertebra sull’altra).
  • Sindrome del piriforme (muscolo del gluteo che, dopo aver subito un trauma o una contrattura, comprime e irrita il nervo sciatico).
  • Gravidanza (negli ultimi mesi l’utero preme sui nervi spinali).
  • Lesione traumatica del nervo in seguito a fratture scomposte o “errori” chirurgici durante gli interventi di protesi d’anca.

Altre cause: sovrappeso, posture scorrette, sedentarietà, attività sportive o lavorative pesanti svolte in modo scorretto, età avanzata, artrite.

Sintomi dell’infiammazione del nervo sciatico

Infiammazione del nervo sciatico, Centro FisioMedica IGEA.I sintomi lamentati dal Paziente con il nervo sciatico infiammato e i segni caratteristici della condizione osservati in sede di prima visita, sono numerosi e spesso variano in base alla causa sottostante. In generale, il soggetto riferisce dolore radicolare alle gambe e alla schiena: quest’ultimo potrebbe non essere sempre presente o comunque è inferiore rispetto al primo che risulta essere, invece, predominante. Il dolore unilaterale ha origine dal gluteo, scende alla coscia, si irradia posteriormente fin sotto al ginocchio e può interessare anche il piede e le dita. È definito come un bruciore o come acuto, penetrante, pulsante. Ha esordio improvviso e aumenta gradualmente ma, a volte, i sintomi possono manifestarsi rapidamente ed essere costanti e intensi. Al dolore sono spesso associati intorpidimento e debolezza muscolare. In presenza di compressione del nervo causata da ernia del disco, che abbiamo visto essere la principale causa della sciatica, il dolore aumenta in posizione seduta, tossendo, con carico eccessivo sul disco o quando ci si flette in avanti ed è alleviato, invece, quando ci si sdraia o quando si cammina.

Diagnosi dell’infiammazione del nervo sciatico

La diagnosi avviene attraverso un’attenta anamnesi e un accurato esame obiettivo da parte del terapista. E’ inoltre assolutamente necessaria una valutazione neurologica attraverso specifici test sulla forza, sulla sensibilità e sui riflessi. Nel caso in cui non dovesse bastare si suggeriscono esami più approfonditi come Radiografia, RM e TAC, elettromiografia.

Come si cura l’infiammazione del nervo sciatico?

L’infiammazione del nervo sciatico spesso guarisce da sola nell’arco di un paio di settimane. In alcuni casi possono essere prescritti alcuni farmaci per alleviare i sintomi dolorosi, come antidolorifici, antinfiammatori o miorilassanti.

Una volta passato il dolore acuto è utile anche la fisioterapia con esercizi per correggere la postura, rafforzare i muscoli che sostengono la schiena e migliorare la flessibilità. Se il dolore non passa o si intensifica vengono prescritti alcuni accertamenti diagnostici (radiografia, risonanza magnetica, tac della colonna vertebrale) per individuare la causa dell’infiammazione del nervo sciatico. A seconda della diagnosi, possono essere necessarie terapie farmacologiche diverse o, in alcuni casi, un intervento chirurgico per rimuovere la causa della compressione del nervo sciatico.

Si può prevenire?

La lombosciatalgia non sempre si può prevenire, ma alcuni comportamenti possono diminuire il rischio di soffrirne, come per esempio:fare esercizio fisico regolarmente e rinforzare i muscoli della schiena e dell’addome;mantenere una postura corretta;evitare sforzi, torsioni della schiena o sollevamento di carichi pesanti;mantenere sotto controllo il peso corporeo.

Quando rivolgersi al medico?

Il nervo sciatico infiammato merita una serie di analisi mediche approfondite, quando:

  • Nonostante il riposo, i sintomi peggiorano, anziché migliorare.
  • C’è stato un peggioramento improvviso e senza ragione dei sintomi.
  • I sintomi sono successivi a un violento trauma alla schiena.
  • In aggiunta ai sintomi classici (es: dolore), il paziente lamenta una perdita di controllo dello sfintere anale o delle sfintere viscerale.

Prenota online

Gli specialisti del centro FisioMedicaIGEA ti aiuteranno a soddisfare le tue esigenze.